Ecco inziamo a divertirci, i neo ministri del neo governo si stanno scaldando ed iniziano già a regalarci aneddoti e chicche indimenticabili. Il bravo Scajola (sì proprio quello che se ne era dovuto andare dalla sua poltrona nel 2002 dopo la disastrosa gestione dell’ordine pubblico durante l’insanguinato G8 di Genova ed aver ammesso: “…Fui costretto a dare ordine di sparare…“) ha parlato di Centrali Nucleari, geniale, veramente geniale, il nucleare, il meglio, la soluzione, saremo tutti felici finalmente, avremo la nostra bella centrale, che ci fornirà energia pulita come l’aria fetida di Città del Messico, potremo accendere tutti gli elettrodomestici, le luci, i computer, tutto, anche e soprattutto quando non ci servono…saremo tutti americani. Dal 2016 ha detto, sì già è una cazzata lo sappiamo tutti, ma pensiamo ai tempi necessari affinchè una centrale produca energia in quantità rilevante per il consumo della nazione, fino al 2030 circa non si avrà alcun effetto…ma probabilmente un sacco di carcinomi e sarcomi in più nelle popolazioni che avranno la fortuna di vivere al contatto con questi favolosi templi dell’insensatezza.

Non finisce qui però…il PONTE; ci mancava in effetti, serviva proprio spendere soldi pubblici per fare una opera del genere, sistemare autostrade e tangenziali, finire la Salerno-Reggio Calabria, mantenere lo stato sociale e l’assistenza sono cose superflue…il Ponte ha la precedenza…chi crede che il Ponte si voglia fare realmente? Sinceramente che cazzo ce ne faremo di un Ponte dove il pedaggio è superiore al prezzo del traghetto che in 15 minuti ci porta dal continente in Trinacria?

Cosa ci regaleranno i componenti del nuovo governo? Forse una legge salva Rete4? Una legge per tutti gli italiani, come faremmo altrimenti a vivere sapendo che Emilio Fede e la sua trasmissione siano relegati al satellite o al mitico Digitale Terrestre?

Prypiat eye … quello che resta della cittadina di Prypiat.
fotografia tratta da scienceagogo.com.