L’insensatezza e l’ossessione dell’ordine, della pulizia, del “tutto va bene”…Bologna oggi, quello che è diventata, ripiegata su se stessa, è una città che fluttua tra il suo passato fatto di attività culturale e politica e il suo futuro affogato nel ferreo ordine e nel ritorno dell’odio.

Un tranquillo martedì pomeriggio tinto di nero….da Jattaredda.spaces.live.com .

Storia irrale di un gelato blindato

Vivo a Bologna e lo sapete già […] Ieri pomeriggio, in balia degli inferni artificiali ho deciso che volevo per un’oretta uscire dalla mia condizione di tristezza cronica, andando a trovare un’amica che lavora in una gelateria, in via Petroni, nei pressi di piazza Verdi, zona universitaria…e con la scusa prendere anche un gelato.
Botta di vita, mi vesto esco di casa a piedi, mollo la bici perchè non smette di piovere da venerdì scorso…arrivo in via San Vitale, attraverso l’incrocio e arrivo in via Petroni…sono vicinissima alla gelateria […] due camionette della polizia, una fila al centro e due gruppetti di poliziotti armati sui lati della strada, davanti alle camionette che in orizzontale bloccano il passaggio…irreale. Non capisco, mi avvicino, un uomo con un giaccone, un ispettore, alto, imponente, con il capello brizzolato, mi guarda in faccia e dice agli altri poliziotti: “lei no!” …mi guarda di nuovo in faccia e con il grosso dito fa cenno di no. Mi allontano, torno indietro e telefono alla mia amica … Piazza verdi è blindata per il dibattito di AN che la presidia con un gazebo e cerca di tenervi un dibattito politico con l’assessore Mancuso e la prorettrice Monari. Per tre ore proverò in ogni modo a raggiungere la piazza ma le forze armate sono state dispiegate a dovere, in ogni strada o stradina che permetta accesso alla piazza.
Vigilantes, vigili urbani, polizia e carabinieri…6 o 7 ambulanze, tutto per il banchetto di Alleanza Nazionale in piazza Verdi! che SPRECO!
L’accesso alla piazza è riservato esclusivamente a chi ha la faccia di chi può passare…è evidente che la mia faccia non li convinceva molto, dopotutto volevo solo prendere un gelato e forse era chiaro che non me ne fregava niente degli inutili e fascisti dibattiti.
In Sicilia la gente ha bisogno delle forze dell’ordine, non ci sono, non esistono, non sono abbastanza; anche in Campania ne hanno bisogno, ma niente, ci sono solo quando utili al padrone: puliscono ben bene il centro storico dalla monnezza perchè il Cavaliere del lavoro vi farà un comizio…La gente ha bisogno di loro ma loro non possono esserci perchè chi ci governa, chi li comanda, dice loro di non esser con noi.
Siamo sotto regime e questo fatto non è che l’inizio.
Ieri (ndm. 20 maggio) il centro storico di Bologna, la zona universitaria, la zona rossa, ha cambiato il suo abito da sera rosso per metterne uno nero, in segno di lutto!
fotografia tratta da potamocheri.eu
Articolo di Jattaredda…manipolato da ME