La Chiesa, intesa come entità fisica, ovvero non in quanto religione bensì in quanto insieme di donne e uomini di potere, non di preti impegnati, di preti di provincia o città che lottano ogni giorno controla secolarizzazione della società, o semplicemente le ingiustizie. La Chiesa è intesa, qui, come l’insieme di quelle persone con il potere, la responsabilità, e l’opportunità di decidere, giudicare, valutare, a quanto dicono, in vece di Dio.

Ratzinger ne è l’esempio più chiaro, parla, valuta, giudica, entra in argomenti che persino secondo i Patti Lateranensi dovrebbero essere estranei alle valutazioni pubbliche di un Papa, dirige un numero imprecisato di uomini e donne di Dio, preti o suore, e spesso si trova in situazioni singolari, per un Papa, da cui fugge, senza rispondere, senza dare spiegazioni.

L’esempio più eclatante e grave è legato ai casi di pedofilia tra i preti (per lo più avvenuti in USA). Sembrerebbe che la Chiesa abbia coperto, in non pochi casi, e messo a tacere l’informazione e, soprattutto, le vittime, magari offrendo denaro o ipotizzando castighi di Dio a chi avrebbe parlato.

Ecco un breve documentario che dimostra la gravità della situazione.