McDonald’s è morto, intendo il modo di vendere e produrre cibo di McDonald’s è morto. In tutto il mondo si stanno adattando alle diversità culturali e culinarie, hanno abbandonato l’idea di vendere un prodotto identico in ogni angolo della terra…hanno capito che è sbagliato imporre la propria cultura?
Ovviamente no, semplicemente vendevano troppo poco, i ristoranti McDonald’s nel mondo hanno cominciato a calare (fonte McDonald’s 2004) in occidente.
La crisi, ancora ai primordi, è frutto dell’ascesa del più grande nemico degli hamburgeroni americani: il KEBAB.
In tutta Europa la specialità di orgine turca sta conquistando sempre più spazio nella cultura del cibo fastfood, iniziano a nascere leggende su questo, ed è il sintomo che ormai il Kebab è pratica diffusissima.
Anche per i mitici paninetti turchi però rimane il grande problema dell’omologazione culturale, in tutto Europa è possibile mangiare un prodotto pressochè identico, non è come la pizza, che per poterla mangiare nella sua forma originale, anzi direi accettabile, è necessario essere in Italia, magari del sud, o in qualche fortunato angolo di pianeta; il Kebab è come un esperimento chimico, in questo ne più ne meno come gli hamburger McDonald’s, rieseguibile ogni volta che si vuole.

Comunque un aspetto che fa propendere per il cibo turco invece che la poltiglia americana, oltre al sapore, è il fatto che non tutto il mercato è controllato da un unica catena o gruppo, anzi sono i mo9lti immigrati spesso che sfruttano questo mezzo per poter aprire una attività e persino integrarsi, il kebabbaro infatti perde la sua caratteristica di straniero o immigrato, agli occhi anche dei più chiusi e nazionalisti è una semplice fonte di cibo a buon mercato (quasi)…il che nonostante l’apparenza non è così negativo, anzi, in realtà dove la xenofobia è ancora presente questa distinzione permette all’immigrato, nel lungo periodo, di potersi disfare dell’identità di stessa di immigrato….certo poi si dovrà disfare dell’identità di mero cucinatore di Kebab…ma questo è più semplice.

Ecco un sempio di come la cultura del Kebab pervada le periferie delle città europee: