Finalmente Salviamo la luna è interamente osservabile e visibile.

Sabato 23 giugno al Museo di Fotografia Contemporanea è stata aperta la mostra nata da Salviamo la luna. Sono esposte le quasi 2800 fotografie di cittadini, abitanti e persone qualsiasi, che hanno deciso di tentare di far parte di un’opera artistica.
Jochen Gerz, presente alla serata inaugurale, ha come sempre definito il pubblico come il vero artista, ha inoltre presentato ai giornalisti presenti la totalità del’opera.

All’interno della mostra, oltre ai 2800 scatti di visi, sono presentati 3 spezzoni video a cura di Davide Ferrario e Francisco Lopez Reyes, una sorta di docuinstallazioni, ovvero videoinstallazioni nate dalle immagini girate per la realizzazione del documentario Salviamo la luna. I 3 video rappresentano altrettanti fasi e aspetti dell’opera, dalla fotografia, al lavoro industriale necessario.

MAEDios e Doctorculebra al lavoro